Chi siamo

ANI AVAGYAN
Direttrice del Centro ROCHEMP, Presidente del Comitato Nazionale ICOM dei Musei Armeni, Membro del Comitato di Pianificazione Strategica ICOM

Ani Avagyan si è laureata presso l’Università Pedagogica Statale Armena nel 2005. Ha approfondito le sue conoscenze e capacità professionali in Armenia, Croazia, Repubblica Ceca, Georgia, Francia, Giappone, Moldavia, Russia, Ucraina. ed ha realizzato ricerche sui monumenti armeni in India. Ha colloraborato in qualità di ricercatrice presso il Dipartimento di Scultura della Galleria Nazionale di Armenia e, dal 2008, ha avviato attività educative presso la stessa Galleria. Queste esperienze hanno portato, nel 2016, all’istituzione del Dipartimento di Educazione della Galleria Nazionale di Armenia, di cui Ani Avagyan è stata direttrice fino al novembre 2019. Dal 2010 al 2016 ha assunto anche l’incarico di capo del Dipartimento di Relazioni con il Pubblico della Galleria Nazionale di Armenia.
Durante la sua carriera professionale Ani ha sviluppato numerose attività sociali nell’ambito dei musei, sia a livello nazionale che internazionale. Dal 2017 è membro-fondatrice e presidente di ICOM Armenia. È stata inoltre nominata membro della pianificazione strategica ICOM per il periodo 2020-2023 e Segretario di ICOM CECA per il periodo 2013-2016. È membro del Consiglio di fondazione del Museo e Istituto del Genocidio Armeno.
Ha avviato e organizzato numerosi corsi di sviluppo professionale, corsi di formazione nazionale, regionale e internazionale, workshop, conferenze, ed è stata promotrice e organizzatrice della “Settimana dei musei 2018” di Yerevan. Le strategie, gli strumenti di gestione e marketing che ha usato durante il suo lavoro hanno portato ad un aumento dei professionisti nel campo del patrimonio culturale e all’impegno (coinvolgimento) del pubblico nel campo del patrimonio culturale. È autrice e coautrice di numerosi articoli e libri.

GAYANE BABAYAN
Coordinatore del Centro ROCHEMP

Gayane Babayan ha conseguito un Master in Arte medievale (Universita Statale di Yerevan) e Studi medievali (Universita Centrale Europea). Ricercatrice sull’arte medievale armena, Gayane ha partecipato a numerose conferenze internazionali (Conferenza studentesca dei laureati in armenistica, Universita` di California di Los Angeles, Conferenza dedicata al 20° anniversario di Cattedra di teoria e storia dell’arte armena e Dipartimento di storia dell’arte, Congresso internazionale degli studi medievali di Litz). La sua recente attività di ricerca ha riguardato le interazioni artistiche degli Armeni con l’arte bizantina e italiana nella Crimea del XIV secolo, con particolare attenzione alla pittura armena nell’arte miniata. Gayane ha partecipato anche a campagne di scavo archeologico in Armenia (siti di Karmir blur e Masis blur).
I suoi attuali interessi sono legati allo sviluppo della gestione culturale in Armenia e alla conservazione del patrimonio culturale, conseguendo la laurea in Gestione Culturale presso l’Accademia di Visegard. Ha lavorato come coordinatrice di progetto e assistente del direttore artistico nell’ambito del progetto “Arte respirante”, realizzato dal Piccolo Teatro CNA, in collaborazione con diversi musei armeni e sostenuto dall’Ambasciata Americana in Armenia. Gayane ha lavorato per due anni presso PicsArt, con il ruolo di curatrice di contenuti.

GOHAR HOVAKIMYAN
Segretario-Interprete del Centro ROCHEMP

Gohar Hovakimyan si elaureata in filologia presso l’Universita Statale di Erevan nel 2001. Ha partecitato a numerosi corsi di formazione internazionali inerenti alla protezione e conservazione del patrimonio culturale. Nel 2017 ha partecipato a corsi di Project Management, arricchendo la sua formazione con dei nuovi principi per una gestione efficace dei progetti. Ha collaborato attivamente per 12 anni ad iniziative e progetti culturali italo-armene. Tra diverse attivita` sviluppate, ha lavorato presso l’Ambasciata d’Italia a Yerevan in qualità di agente dell’ENIT (Ente Nazionale Italiano per il Turismo), accompagnando spedizioni archeologiche transnazionali ed esperti internazioni del campo culturale. Dal 2011-2014 ha collaborato per il progetto di cooperazione internazionale “Formazione in Armenia: sostegno alle Istituzioni locali per la tutela e la conservazione del patrimonio culturale”, realizzato da Politecnico di Milano e MAE. In qualità di coordinatrice dell’ufficio armeno, si è occupata della gestione delle attività del Politecnico di Milano in Armenia, dell’organizzazione di eventi e conferenze e della gestione rapporti con le diverse istituzioni interessate. Dal novembre 2019 collabora attivamente alle attività del Centro ROCHEMP, per la gestione, la conservazione e la valorizzazione del Patrimonio Culturale armeno.
Parla fluentemente, russo, italiano, francese e ha buone conoscenze della lingua inglese.

NANAR KALANTARIAN
Architetto del Centro ROCHEMP

Nanar Kalantaryan si è laureata in Architettura, ottenendo la qualifica di progettista presso l’Università Statale di Architettura e Costruzioni di Yerevan (NUACA) nel 2003. Ha inoltre conseguito il Master, promosso nel 2014 dal Politecnico di Milano (Italia), in Restauro Architettonico. È ricercatrice con esperienza in cooperazione internazionale ed autrice di diversi contributi scientifici sui monumenti armeni. Pur iniziando la sua carriera professionale come architetto, Nanar si è interessata del patrimonio culturale e di archeologia, partecipando agli scavi archeologici di Karmir Blur, del Mausoleo dei Re Arshakuni ecc. Nel 2015, nell’ambito del progetto realizzato dalla Banca Mondiale e in collaborazione con il Politecnico di Milano, Nanar ha documentato e svolto ricerche sui Monasteri armeni di Haghpat e Sanahin, di Geghard e della valle dell’Alta. Nanar ha inoltre effettuato raccolta di documentazione e studi di fattibilità sulle strade urbane di Goris e delle case rupestri dell’antica Goris, attività condotta nell’ambito di un progetto realizzato dal Segretario Generale del Consiglio d’Europa e dal capo di Dipartimento degli Istituti Democratici e della Gestione. Profondamente convinta dell’importanza dello scambio di esperienze a livello internazionale per la crescita professionale, Nanar ha partecipato a numerose conferenze internazionali. Attualmente lavora presso il Centro di ricerca scientifica del patrimonio storico e culturale, dove ha l’opportunità di investire la sua esperienza e conoscenza nel campo della conservazione, della ricerca e della documentazione del patrimonio storicoculturale dell’Armenia.